giovedì 23 febbraio 2017

Torta cremosa cioccolato e ricotta


Buongiorno!
Questa è sempre un gran successone, chiunque l'assaggi me ne chiede la ricetta e quindi eccola qua, a grande richiesta la torta ricotta e cioccolato senza uova.

Ingredienti

230 farina tipo 2 bio
20 cacao amaro bio
300 ricotta di pecora setacciata
100 ml olio mais non ogm
125 zucchero di canna integrale bio
1 bustina di cremor tartaro
70g cioccolato fondente 70%
150 - 200 ml circa acqua

Procedimento

Mescolo la ricotta setacciata con lo zucchero, continuo l'olio e i 150ml di acqua. Setaccio farina,  cacao e cremor tartaro e li incorporo un po' alla volta alla crema di ricotta che ho ottenuto. Sciolgo il cioccolato fondente a bagnomaria. Se l'impasto risulta ancora troppo duro, aggiungo dell'acqua fino ad ottenere una consistenza morbida. Infine aggiungo il cioccolato fuso e amalgamo il tutto.
Inforno a 180° per 35-45 min a seconda del forno.
Provate e fatemi sapere se non è una delizia  ^_^
A presto
 

martedì 14 febbraio 2017

Thaina


La thaina è una salsa dalla consistenza cremosa il cui ingrediente principale sono i semi di sesamo e che ne porta quindi tutte le qualità nutrizionali.
E' molto usata nelle cucine turca, greca e nord africana, la troviamo per esempio nella preparazione dell'hummus.

I semi di sesamo come tutti i semi oleosi sono preziosissimi alleati della nostra salute, hanno fatto parte dell'alimentazione umana sin dai primordi, dimenticati per tanto tempo, tornano ora in auge come ingredienti fondamentali della "alimentazione naturale".

Ricchi di sali minerali come fosforo, selenio, zinco, magnesio, sono la maggiore fonte vegetale di calcio, per 100g  ne contengono infatti tra gli 800 e i 1000 mg, a fronte dei 125mg contenuti in 100g di latte, per questo possono essere un importante aiuto per le nostre ossa.
Sono inoltre un' ingente fonte vegetale di proteine, ben 18g. Contengono acido folico e acidi oleici svolgendo quindi un'azione protettiva del cuore e del sistema cardiovascolare agendo contro il cosiddetto "colesterolo cattivo" LDL.
Hanno anche una grossa quantità di grassi, circa il 50%, per questo sono indicati per i bambini gracili, inappetenti e sottopeso come ricostituente naturale, più in generale favoriscono la crescita dei bambini tramite l'azione di fosforo, potassio e magnesio,  ma essendo dei semi oleosi ATTENZIONE a non inserirli nella dieta prima dei due anni di età.
La presenza di questi minerali è d'aiuto anche al sistema immunitario e in caso di affaticamento o convalescenza. Lo zinco presente ci aiuta a prevenire le infezioni. Il selenio ha un potere antiossidante.
E non è finita, contengono vitamine del gruppo B, vitamina A, E quest'ultima ricostituente delle piastrine nel sangue.

Insomma un integratore naturale completo da inserire nella dieta di tutti i giorni.
Passiamo ora alla ricetta della nostra salsa, i miei figli la adorano e visto l'alto contenuto  di proteine, a volte la uso come "salvapasto" dell'ultimo momento, accompagnata da un contorno e del pane, se abbiamo fatto tardi o dobbiamo fare un pranzo veloce, o semplicemente perché fa bene e ci piace tanto, se non andiamo di fretta la possiamo gustare spalmata su dei crostini o una piadina con le verdure.

Ingredienti


Semi di sesamo
Olio (di semi di sesamo o in mancanza olio evo)

Procedimento
Tostare leggermente i semi di sesamo in una padella, mescolandoli continuamente e facendo molta attenzione a non farli bruciare (per non perderne le qualità nutrizionali e perché la salsa risulterebbe amarognola).
Tritare finemente i semi tostati con l'olio finché non si raggiunge una consistenza omogenea e cremosa come nella foto...
Il gioco è fatto ^_^

venerdì 10 febbraio 2017

More Clay Less Plastic



Qualche settimana fa mi sono imbattuta in "More Clay Less Plastic", un bellissimo gruppo su facebook, che prende il nome dall'omonimo movimento, nato nel 2014 da un'idea di Lauren Moreira, con l'intento -chiaramente proclamato dal nome stesso del gruppo- di promuovere un maggior uso della ceramica negli oggetti di utilizzo quotidiano, al fine di ridurre in maniera drastica l'impatto della plastica sul pianeta.
L'inquinamento da plastica, plastic pollution, affligge infatti la Terra e l'umanità provocando danni ambientali in diversi habitat, soprattutto quello marino, e di salute sia per gli uomini che per gli altri animali, entrando in maniera più o meno diretta nella catena alimentare.
Come si legge nella home del sito della Plastic Pollution Coalition, un'organizzazione mondiale che lotta contro questo tipo di inquinamento, "la plastica è una sostanza che la terra non può digerire".
L'usa e getta è l'emblema della cultura consumistica, rifiutarsi di usare piatti, bicchieri, posate e contenitori monouso, è un primo importante passo.

Allora tornare alle nostre origini, usare la ceramica, per tutto ciò che concerne stoviglie e utensili che trovano uso in cucina, non sarebbe un passo indietro, ma un passo in avanti, verso un futuro migliore, un consumo e un utilizzo più consapevole dei materiali. 
Il gruppo si  propone di mettere in contatto i ceramisti con un pubblico più ampio mettendo in evidenza quanto numerose siano le realtà di artigiani in grado di realizzare oggetti belli e utili da inserire nella nostra quotidianità.
Facendo ceramica ed essendo particolarmente sensibile ai problemi ambientali, mi sono iscritta subito al gruppo che porta avanti una causa che già nel mio piccolo sposavo da tempo, ma ...
non bisogna essere dei ferventi ambientalisti per comprendere ciò che sta accadendo al nostro Pianeta e decidere di apportare dei piccoli cambiamenti alle nostre abitudini, per condividere con altri la nostra presa di coscienza e fare in modo che da un piccolo movimento abbia inizio una grande pacifica rivoluzione.